#DIDAYS 2020

29 - 30 Ottobre 2020

5 azioni per avviare subito la tua strategia di Content Marketing

I contenuti online vengono sempre più consumati ed apprezzati. Durante il lockdown sempre più persone hanno scoperto la mole di notizie (gratuite e non) disponibili su Internet e riuscire a fornire le giuste informazioni ai potenziali clienti diventa quanto mai vitale per un’azienda.

Ma quali contenuti puoi creare per attrarre i clienti e far risalire fatturato e utili?

Innanzitutto va creata a monte una strategia di Content Marketing che definisca target di riferimento, obiettivi e tempistiche. Creare contenuti ha sempre un costo (in termini di soldi e/o di tempo) per cui va costantemente tenuto a mente che ci deve essere un ritorno economico, anche se spesso si è costretti a ragionare a lungo termine.

Ecco per te 5 azioni che puoi intraprendere fin da subito per creare contenuti:

1. Cura il blog aziendale.
Il blog aziendale è uno strumento sottovalutato dal 90% delle PMI italiane. Creare e gestire attivamente un blog aziendale porta consapevolezza ed autorevolezza e pone l’autore ad essere visto come “esperto del settore”. Che tu sia un libero professionista o il referente di un’azienda B2C/B2B, raccontare il tuo lavoro ed il tuo settore serve e può farti ottenere risultati che mai avresti pensato.
Inoltre, a livello puramente tecnico di ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO), avere un blog è un’ottima via per far categorizzare da Google il sito web nella maniera corretta e, se strategicamente strutturato, posizionarsi per le keyword che cercano i potenziali clienti. Spesso in settori specifici la competizione su Google è ancora bassa e bastano piccoli accorgimenti per ottenere un’ampia visibilità che richiami contatti in target.

2. Scrivi guest post in siti web inerenti al tuo settore.
Nel punto precedente abbiamo analizzato le potenzialità del blog aziendale che però, in fase iniziale, ha un grosso freno: la mancanza di traffico. Come compensare questa carenza? Fintanto che il proprio blog cresce organicamente, posizionandosi su Google articolo dopo articolo, consiglio di proporsi come creatore di contenuti per altri siti web (blog, testate giornalistiche, portali, ecc.) inerenti al settore nel quale lavoriamo. Gli editori sono sempre affamati di contenuti e molti giornalisti accettano volentieri testi o interviste rilasciati da parte di un “esperto”. Molti imprenditori sono veramente luminari del proprio settore, ma hanno poca dimestichezza con quelle che oggi chiamiamo le Digital PR, perdendo così importanti occasioni di visibilità.
La pubblicazione su piattaforme di terzi a volte è gratuita, ma spesso richiede il pagamento di un compenso a seconda della popolarità della testata (si pensi, ad esempio, ai publiredazionali presentati sotto il nome di “BrandVoice” su Forbes o “Starbrand” su Millionaire).

3. Crea una community.
L’incapacità di vendere, che porta tendenzialmente ad una crisi e alla successiva chiusura dell’azienda, non è sempre causata da un prodotto scadente o inutile. Ciò che manca in molte piccole aziende che sopravvivono a stento è la corretta educazione del cliente al prodotto. L’acquirente è spesso ignaro delle differenze tra i prodotti e, quando non le comprende, la sua scelta ricade su quello dal prezzo più basso.
Come imprenditori, manager, liberi professionisti è nostro compito dare le giuste informazioni ai potenziali clienti attraverso il blog aziendale, i guest post e, perché no, creando una community attorno al proprio brand. Ad esempio, per un e-commerce di giardinaggio potrebbe essere utile richiamare a sé un buon numero di utenti con il “pollice verde” pubblicando articoli, guide e spunti interessanti per prendersi cura dei propri vasi e del proprio giardino.

Per approfondire l’argomento, nella sala Social Media dei Digital Innovation Days, Enrico Lugnan terrà il suo speech intitolato “Community: le miniere d’oro del digitale”.

4. Crea una newsletter.
La cara, vecchia e bistrattata e-mail funziona ancora ed anzi è più attiva che mai. Molte persone associano l’e-mail marketing al mero invio di spam, ma realtà è che la creazione di una newsletter che sia davvero utile agli iscritti ti consentirà di entrare in profondo contatto con prospect e clienti.
Nonostante riceviamo milioni di e-mail pubblicitarie, tendiamo ugualmente a ritenerla una comunicazione intima e rivolta solo a noi, ed è in parte anche questo il motivo dell’inarrestabile successo delle newsletter.
In ambito e-commerce potremmo far rientrare nella nostra strategia di Content Marketing anche le e-mail transazionali, fornendo valore al cliente in quelle e-mail con tassi di apertura altissimi (conferma ordine, aggiornamenti sulla spedizione, ecc.).

5. Registra un webinar.
Gli esperti di marketing conosceranno già il concetto di “evergreen webinar funnel” che sta spopolando in Italia e che si è diffuso soprattutto nei mesi di lockdown.
Il concetto è di creare una sequenza automatizzata per raccogliere dettagli di potenziali clienti (e-mail ed eventuali altri dati) dando come “esca” non il classico ebook, ma un momento di formazione video.
Il webinar preregistrato potrà quindi essere utilizzato per un periodo molto più lungo rispetto al webinar live e non richiede uno sforzo continuo per ottenere contatti.
Esiste anche chi ha fatto in modo che gli utenti potessero iscriversi e prenotarsi al webinar come fosse in diretta, ma questa pratica rischia di rivelarsi un’arma a doppio taglio nel momento in cui l’utente si sente “tradito” poiché capisce che l’evento video non è una reale diretta. Meglio pertanto palesare fin da subito che si tratta di una registrazione.
La durata di questi eventi gratuiti può variare da 1 a 4 ore e permette di educare il cliente al prodotto e tramutare un contatto “freddo” in uno “più caldo” e più propenso all’acquisto (soprattutto se si opera nel mercato B2C con vendita online diretta).

Concludendo, ti ho fornito 5 utilissimi spunti per la creazione di contenuti efficaci per promuovere te stesso o la tua azienda i quali, se messi in pratica, ti daranno un vantaggio competitivo sul mercato.

Riparti dai contenuti e clicca su Digital Innovation Days per acquistare il tuo ticket con una super promo. Inserisci il codice Didyou30 per ottenere il tuo sconto extra!

Ernesto Bartoloni
Brand Ambassador Digital Innovation Days 2020
Fondatore di ESmedia – Esperto di Content Marketing per e-commerce